L'energia dalle stelle e dalla madre terra

perduca-101

Una bella Serata trascorsa all'agriturismo la Madre Pietra, dove i temi di Energie, Luoghi Msteriosi, Atrologia Arcaica la fanno da padrona.

la conferenza inizia con il resocondo di alcune misure radiestesiche effetteuate alla Pietra Perduca nelle giornate del 6 luglio con Giancarlo Chiesa ed Alberto Negri e poi il giorno 8 agosto con Alberto Parenti e Luciano, membri dell'Associazione Radiestesisti Italiani di Miliano (http://www.airmilano.net).

Dalle ricerche effettuate è emerso che la chiesa di S. Anna, costuita intorno all'anno 1.000, posta sull'asse Est-Ovest, è stata modificata nel corso dei secoli; dalle ricerche effettuate, sembra che l'ingresso in origine, fosse spostato leggermente a sinistra in coincidenza di un canale d'acqua sotterraneo entrante ed un flusso energetico uscente dalla chiesa. Questi sono stati misurati con l'utilizzo del pendolo e del biometro di Bovis, l'acqua sottostante la Chiesa risualta avere un'energia di 4.000 Unità Bovis, il flusso energetico uscente 14.000 Unità Bovis. Dr. Bovis

E' emerso che la chiesa è dedicata alla guarigione spirituale, inoltre nel lato perimetrale lungo (lato sud) è stato rilevato un altro corso d'acqua sotterraneo che incrocia il principale, purtroppo non si è potuto identificare il punto preciso dell'incrocio che si trova all'interno della chiesa, probabilmente questo è in corrispondenza di qualche funzione per distribuire l'energia.

Alla base della scalinata si rilevano delle linee energetiche che potrebbero riferisi ad una costruzione precedente alla chiesa.

Passando ad esaminare le vasche scavate nella Perduca, all'interno delle stesse, non si vede una fonte sorgiva e l'acqua non evapora in estate e l'inverno non ghiaccia, emerge che potrebbero essere state costruite da una cominità monastica intorno al 700 dC, l'acqua ha una funzione di rigenerazione del corpo, infatti si suppone che venissero utilizzate per aumentare la fertilità delle donne dell'epoca. Anche l'acqua delle vasche è stata misurata e presenta un'energia fisica di 10.000 Unità Bovis ed un'energia spirituale di 35.000 Unità Bovis.

Emergono anche degli scavi nelle roccia, come se fossero delle sedute tutte in direzione della Pietra Parcellara. Il mistero che circonda questi luoghi è ancora elevato ma cercheremo d'approfondire le nostre ricerche.

Giancarlo Chiesa


Energia nei luoghi di culto

Parlare di luoghi di culto, quelli edificati in tempi antichi, che non entrano nell’impianto urbanistico non è facile, perché le motivazioni per cui sono stati costruiti in quel luogo e con quella forma sono molteplici.

Se andiamo ad analizzare il luogo vediamo che non necessariamente è vicino al centro abitato, di seguito vedremo la differenza sostanziale tra quelli costruiti nei centri abitati e quelli in posti isolati.

In ambedue i casi questi monumenti sono stati costruiti, dove in precedenza vi erano templi di altre civiltà e questo non solo per imporre la nuova religione ma perché già gli antichi avevano localizzato quei luoghi come punti ad alto tasso vibratorio .

Prima di entrare ad analizzare le planimetrie di questi luoghi bisogna fare alcune precisazioni: il valore vibrazionale di un corso d’acqua sotterraneo è normalmente basso ed è alquanto nocivo soggiornare sopra di esso, anche per i raggi gamma che emette sulla sua verticale ,ma se si va ad analizzare l’incrocio di due o più corsi d’acqua vediamo che sul loro incrocio i valori vibrazionali si elevano in maniera molto sensibile e normalmente su questi punti vengono edificati gli altari dei luoghi di culto.

Adiamo a vedere la figura (1) che si riferisce ai rilievi del santuario della Beata Vergine in quel di Saronno (VA), vediamo che tutte le linee energetiche formate dai corsi d’acqua vanno a confluire sotto l’altare, questa chiesa è incorporata nel centro di questo nucleo abitativo pertanto assolve egregiamente il suo ruolo di luogo di culto per la ritualità rivolta alla moltitudine ed è sempre affollato nei momenti in cui avviene .

Con queste caratteristiche sono stati costruiti la maggior parte dei santuari e delle chiese fino alla fine del 1800 e primi del1900 poi si è dovuti sottostare alle leggi urbanistiche .

Un altro tipo di costruzione religiosa è quella che troviamo vicino ai monasteri ma in luoghi alquanto isolati dove in molti casi in passato era alquanto difficile arrivare. La prima risposta potrebbe essere che questi luoghi erano costruiti lontano dai centri abitati perché i monaci che vi soggiornavano volevano avere il silenzio per meditare e pregare. come mai in questi luoghi di culto la maggiore concentrazione delle linee energetiche non confluiscono sull’altare ma in altri punti come possiamo vedere nella figura due che si riferisce al Priorato di Sant Egidio nella frazione Fontanelle in quel di Sotto il Monte (BG). (fig. 2)

La maggior parte di queste linee si vanno ad intersecare al centro della navata centrale ed al centro del campanile che sovrasta questo punto.

Anche quella del campanile posto al centro della navata centrale e della larghezza della stessa in modo sproporzionato rispetto a tutta la costruzione, non è usuale da incontrare.

Un altro esempio lo possiamo riscontrare anche nel luogo di culto denominato Santa Croce a Riva San Vitale nel Canton Ticino, vedi figura 3

Questo luogo di culto si trova fuori del centro abitato e nelle vicinanze non vi sono monasteri. La pianta di questo luogo è ottagonale ed è sovrastata da una cupola ottagonale al cui culmine vi è un’altra cupola ottagonale.

Come possiamo vedere la confluenza delle linee energetiche è posta al centro del luogo di culto, dove possiamo misurare un alto tasso vibratorio. 

Si può contestare che non è vero che esistono questi incroci di corsi d’acqua o di linee energetiche di varia origine e pertanto non vi sono punti energetici elevati , oppure se tutto questo esiste si fa fatica a capire perché nella maggior parte dei luoghi di culto questi incroci sono sotto gli altari e in altri , molto pochi, sono in altri punti ben stabiliti . La prima ipotesi è che in questi ultimi la ritualità che vi si svolge, non è esclusivamente legata alla semplice funzione religiosa ma si fa anche dell’altro .

Non avendo prove tangibili posso solo esprimere le mie idee basate sulle sensazioni che ho provato visitando questi luoghi, lascio poi al lettore interessato la curiosità di sperimentare in prima persona per meglio capire quello che ho descritto. 

 Alberto Parenti


Astrologia Arcaica

Visto che il 10 Agosto è la notte di San Lorenzo non si poteva non parlare di stelle e pertanto viene illustrata questa disciplina con vari esempi , ma uno si chiede che cosa è l’Astrologia Arcaica?

L’ astrologia arcaica o pentalogia è un simbolismo antico e pressoché sconosciuto che fa parte della Astrologia Esoterica.

Questo simbolismo studia l’essenza secondo il proprio sistema strutturale

Il sistema fondamentale della Astrologia Arcaica sui basa sul doppio pentagramma.

Questo pentagramma viene raffigurato da due stelle a cinque punte sovrapposte.

Una stella è quella che rappresenta l’uomo come è stato disegnato da Leonardo,è statica ed ha valore universale,l’altra è dinamica e si riferisce al ritratto psicologico d’ogni individuo.

Questo tipo di astrologia è estremamente semplice e si può apprendere senza fatica. E’ sufficiente conoscere la data di nascita di una persona e attraverso essa si troverà la sua strada e il suo destino.

Si potrà realizzare un quadro sorprendentemente chiaro e reale di ogni persona, delle sue attitudini, delle sue forze di sviluppo materiale e spirituale che lo si conosca o no personalmente e potrà essere di grande aiuto nella vita quotidiana per capire noi stessi e comprendere meglio il nostro prossimo.

Conoscendo con quale tipo di forza planetaria metterci in sintonia possiamo realizzarci ed esprimerci al meglio, usando tutto il nostro potenziale fino a giungere ad una intercomunicazione universale

L’uomo è scientificamente legato al sole e a tutto il sistema planetario.

I ritmi dell’universo, le polarità, le corrispondenze , sono legate in uno splendido intreccio di forze radianti che sono quelle che l’uomo possiede allo stato latente e non.

L’uomo sviluppa queste forze man mano che progredisce in intelligenza,cultura e spirito altruistico.

IL respiro e il battito del cuore dell’uomo sono in perfetta sintonia con il sole, stella fissa del nostro sistema planetario.

La serata si è conclusa facendo alcuni esempi utilizzando la data di nascita dei presenti.

Alberto Parenti


Video delle montagne sacre della Val Trebbia


Video ella serata


foto di gruppo

(da sin) Giancarlo Chiesa (Spazio Tesla), Luciano (Air), Marina, Stefano e Roberto Bentivoglio (Madre Pietra), Alberto Negri, Alberto Parenti (Air), Laura Groppi (Spazio Tesla), Giorgio Pattera (Cun Italia  -Galielo), Paolo Costa e Soraya Ayub (Akakor Geographical Exploring)