Riflessioni senza Tempo

Cronache dalla Florida

18/04/2014

 

Sono le ore 19,30 (ora Italiana) di Mercoledì 16 Aprile 2014 quando ricevo una telefonata dall'amica Giorgia che in tono concitato mi dice: Alby c'è una cosa strana sopra la mia testa.. il Sole è circondato dauna macchia nera.. la luce attorno è fortissima, non riesco a guardare il cielo nemmeno con gli occhiali a massima protezione u v a.. ed il cielo è pieno di Scie Chimiche... (foto di copertina Giorgia Florida Alone)

Ma.. dico ma da dove mi stai chiamando ??

Sono in Florida (mi risponde)

Ok ok ora ricordo..sei lì per lavoro ok..

Questa in sintesi, la telefonata dell'amica che mi è arrivata nella serata di Mercoledì scorso mentre guidavo; alla mia richiesta di scattare una foto, Giorgia ha prontamente effettuato l'istantanea e l'ha inviata subito alla mia mail, dopo un'ora l'immagine d'oltre oceano era al vaglio del collega Dr. Giorgio Pattera (Cun Italia) esperto in materia.

Una volta tranquillizata Giorgia, (le ho detto che a mio avviso non era una Nave Aliena Ostile) mi sono sbilanciato nel supporre che fossero "diavolerie" ben più Terrestri architettate dall'Uomo.. ed in particolare mi sono riagganciato alla sua esternazione "il cielo è zeppo di "Scie chimiche"  suggerendole di tenere d'occhio la situazione meteorologica e le eventuali evoluzioni nelle successive 48/72 ore.. ce ne sono volute meno per capire cosa stava succedendo.. (lo vedrete di seguito)

 

 

Ora i commenti di Giorgio Pattera, successivi allo scambio di mail con "l'Americana Giorgia"

Nulla di anomalo, anche se poco frequente. La "circonferenza" che circonda il sole, in meteorologia, è conosciuta col nome di "ALONE" (da non confondere col "PARELIO"). Riporto, per brevità, da Wikipedia:

"Un alone (dal latino halōs "cerchio intorno al Sole", greco ἅλως hálōs) chiamato anche arco di ghiaccionimbo o aureola, è un anello di luce che circonda un astro.

Gli aloni sono fenomeni ottici che appaiono vicini o attorno al Sole o alla Luna e a volte attorno ad altre forti sorgenti luminose come le luci stradali; l'alone stesso è di colore bianco intenso, con una sfumatura rossastra all'interno e violetta all'esterno; l'area di cielo interna all'alone è generalmente più scura di quella esterna.

Gli aloni sono per la maggior parte causati da cristalli di ghiaccio nei freddi cirri ad altitudini di 5-10 km nella parte superiore della Troposfera. La luce viene riflessa e rifratta dai cristalli di ghiaccio e potrebbe dividersi nei colori di base a causa della dispersione ottica, similmente agli arcobaleni. I due tipi fondamentali sono: l'Alone di 22° e l'Alone di  46°.

I vari tipi di Alone sono dovuti alla forma particolare e all'orientamento dei cristalli di ghiaccio costituenti la nube. Fenomeni atmosferici come gli aloni sono stati usati come metodi empirici di previsione meteorologica prima che fosse sviluppata la meteorologia; generalmente, essendo collegati ai cirri, indicano l'arrivo di un fronte caldo e quindi di piogge".

A conferma di quanto spiegato, paragono con gli allegati la foto della Florida con un'altra di Cuba

Ma non è finta.. perchè proprio sulla scorta dell'affermazione di Giorgia in merito alle "Scie Anomale" Giorgio Pattera sottolinea:

Aggiungo: è verosimile, a mio parere, individuare la causa originaria dell'alone "FLORIDA" non tanto con lo "scontro" in quota di due fronti a differente temperatura (uno caldo, l'altro freddo), bensì con l'aerosol di nanocristalli (alluminio, bario, quarzo, manganese, ecc.), disseminati per scopi militari/climatici = geoingegneria = accordo BUSH-Berlusconi (Cooperazione Italia - Usa su Scienza e Tcnologia dei Cambiamenti Climatici - Roma 22/23 Gennaio 2002) tramite le famigerate "chemtrails". Le quali, in questo caso, avrebbero la funzione di sostituire i microcristalli di ghiaccio nel fenomeno della rifrazione della radiazione solare, responsabili della formazione dell'alone "naturale".

D'altronde, la stessa autrice dello scatto, se non vado errato, conferma l'intensa attività "sciatoria" insistente, in precedenza, in loco: non utopistica, quindi, la correlazione causa - effetto. Non resta che chiederle di osservare e di riferire se, entro 24 / 72 ore, si verifichino precipitazioni piovose: anche i nanocristalli "artificiali", infatti, possono fungere da "nuclei di condensazione", indispensabili per la produzione della pioggia

G. Pattera

Di ore d'attesa ce ne sono volute meno

Mail di Giorgia dalla Florida 18 Aprile ore 4,54 ora Italiana

Alberto, Giorgio,dopo ieri, da questa mattina piogge incessanti ed abbondantissime, da questa mattina alle 8:30 non smette...

Ricordo la serata alla "Pietra" dedicata alle Scie Chimiche (ndr. conferenza Spazio Tesla Luglio 2011), dove avevamo parlato del report dell'aereonautica USA relativo a questo fenomeno...ora io son qui...

Grazie mille per la vostra attenzione

Buona notte e Buona Pasqua.

Giorgia

 

Or bene, quanto ancora dobbiamo elucubrare per accorgerci di quanto sta accadendo di tecnologicamente ed Umanamente "Anomalo" sul nostro pianeta.. di quanto stiamo violentando la nostra Terra e "modificando" gli esseri viventi che l'abitano...

Serena Pasqua a TUTTI

Alberto Negri